Cerca nelCerca nelsitosito

 
Rss notizie Laura Pausini
RSS notizie Laura Pausini

 

Seguici su
LauraViaggioConTe su Facebook




GallerieGalleriefotografichefotografiche

Destinazione...PARADISO!!!!!!!!Destinazione...PARADISO!!!!!!!!

 

Eboli, 19/03/2009

 

 

19 marzo 2009...serata indimenticabile!!!!

 

Erano 20 anni che aspettavo quel momento,quella serata,quelle emozioni..e poi finalmente tutto si è avverato!!!
Fin da piccola ho ascoltato la sua voce tramite cassette,poi sono usciti i cd..ma ascoltarla dal vivo,vederla,chiudere gli occhi e sognare è stata un’emozione indescrivibile!
Sono partita dal mio piccolo paesino in provincia di Potenza verso le 16 in pulman,in compagnia di mio fratello e la sua ragazza..durante il viaggio nel pulman si intonavano le sue canzoni, soprattutto dell’ultimo cd, già il mio cuore sorrideva a ciò che mi stava aspettando da li a poche ore..

 

Con il mio lettore nelle orecchie, quando alzo gli occhi e mi giro verso il finestrino del pulman, vedo il segnale EBOLI…mi preparo all’istante!!!!!:)  Giubbino, borsa, prendo tutto al volo e chiamo mio fratello per dirgli che siamo arrivati…avevo stampato in faccia un sorriso a 36 denti che non me dimenticherò mai !!:)
L’autista del pulman disse testuali parole:”Ragazzi,siamo arrivati!!” Non so come,ma mi ritrovo io la prima a dover scendere da quel pulman …appena scesa mi misi a correre, neanche sapendo bene dove fosse l’entrata del palasele di Eboli!!
Ma non avevo paura.. c’era una marea di gente che come non vedeva l’ora di vedere lei… unica.. e quindi io seguivo loro!!

 

I cancelli non erano ancora aperti, c’era tantissima gente, io cercavo di andare sempre di più avanti, cercavo sempre un piccolo spazio, il più vicino possibile ai cancelli per fare prima di tutti…ma era impossibile!!
Di li a poco..si mette a piovere!!!! Bambini incappucciati, gli ombrelli non mi facevano vedere nulla..la gente spingeva, ti veniva addosso come se fossi un tappeto dove metterci i piedi su…ma li in quel momento la tua testa non pensa tutto questo, non fa niente se ti bagni la maglia, se gli ombrelli delle persone che ti stanno affianco gocciolano sulle tue spalle..tutto in quel momento è secondario!!!!!!

 

Tra spintoni vari e pioggia incessante, arriva l’ora di apertura dei cancelli, le 19…
Gli spintoni aumentano sempre di più, tutti lottano anche per un piccolo passettino in più fatto prima..(ovviamente anch’io ho fatto cosi ;) prendo il biglietto, lo tengo stretto fra le mani quasi per paura di perderlo, arrivo davanti il cancello, i guardiani mi prendono il biglietto lo strappano e da li inizia la maratona :) corro corro a più non posso per cercare per me e per gli altri il posto migliore!

 

Non avevo più fiato, il cuore non sapevo che avesse fatto…Sapevo solo che ciò che volevo alla fine si era avverato!!
Mi “parcheggiai” in seconda fila..CHE POSTO STUPENDO!!!!!!!!!!!!!
Mi guardavo intorno, vedevo ragazzi e ragazze che come fissavano il palco, coperto da quel meraviglioso telo bianco, ragazzi che negli occhi avevano la gioia, la felicità, la sorpresa,la voglia di vedere la grande Laura proprio come me…emozioni incredibili..indescrivibili…
Dopo un’ora e mezza di attesa, ecco il grande momento..le luci si abbassano, un grande faro è centrato in mezzo al palco…si sentono le note de “Invece no”

 

Mamma mia, il cuore andava a tremila, le gambe tremavano ero felicissima!!!!!!:)
Sento la sua VOCE…dal vivo..partì un coro strepitoso, io, come gli altri, canto e con le braccia al cielo mi lasciai andare a quella meravigliosa melodia…c’è il ritornello, le luci abbassate, il faro rifletteva solo il centro del telo, il telo, come se qualcuno lo strappasse viene giù tutto d’un colpo ed eccola..meravigliosa come non mai, vestita di nero, polsini d’oro così come il suo microfono, con la sua voce stupenda…da li cominciò il sogno, il mio sogno, il concerto della grande e unica LAURA PAUSINI..sogno che durò per circa due ore, due ore di vera musica..
Non potevo crederci neanche all’inizio, che proprio io, una semplice ragazza di 20 anni, potessi mai assistere a uno spettacolo del genere..e invece no :), è successo proprio a me..
La fotocamera quasi andava in tilt per quante foto ho scattato..ma tutto questo non era minimamente paragonabile a quello che stavo vivendo in quel momento.. Spettacolare!!!

 

Era bellissimo il palco, era bellissimo il gioco di luci che accompagnavano le canzoni; proprio riguardo a questo ricordo soprattutto quando Laura cantò “La mia banda suona il rock” la quale furono tre o quattro minuti di totale energia, lei si scatenava sul palco, e automaticamente veniva di voglia anche a un tronco d’albero ballare !!!! Non ci fu neanche una canzone che non sapevo, anche se avessi perso la voce in quel momento non mi interessava nulla.. volevo cantare, volevo vivermelo quel momento.. e così fu!!!


Lei durante il concerto indossò dei vestiti bellissimi, in particolare quando cantò “Sorella terra” indossava un vestito lungo, argentato pieno di paiettes…i miei occhi brillavano come quelle paiettes, se non di più.. Tutto perfetto, tutto inaspettato, tutto assolutamente da rifare..

 

La serata va avanti, e andando avanti sempre di più ogni volta un’emozione nuova!!
Dal cambio di vestiti, dal cambio di scenografia sempre a tema con la canzone cantata da Laura, tutto semplicemente divino. E così, tra canzoni d’amore, canzoni piene di ritmo, passai una delle serate, forse l’unica, più belle della mia vita!

 

Questa frase può sembrare scontata, banale, ma nel mio caso vi assicuro che non lo è..
A parole non è molto facile descrivere ciò che si prova in momenti del genere, non è facile descrivere le innumerevoli emozioni, sensazioni stupende che nel giro di poche ore riesci a vivere, e tutto ciò è merito di una sola persona, una donna,che fin da piccola, superando anche dure prove, ha deciso di seguire il suo grande sogno, quello di cantare…e che seguendo il suo sogno, continua a far sognare anche noi..
LAURA SEI GRANDE!!!!!!!!!!!!!!!!

 

Domenica