Cerca nelCerca nelsitosito

 
Rss notizie Laura Pausini
RSS notizie Laura Pausini

 

Seguici su
LauraViaggioConTe su Facebook




GallerieGalleriefotografichefotografiche

La miaLa miapaudissea!paudissea!

 

Milano, 22/12/2009

 

 

20/11/09...come ogni mattina alle 7.00 mi suonava la sveglia ed iniziava così una nuova giornata...ma quella che stava per iniziare non era una giornata come tutte le altre...era la giornata in cui, per la prima volta, sarei andata al mio primo concerto di Laura...era il giorno in cui avrei visto “da vicino” la mia divina!

 

Ero eccitatissima...diciamo che avevo dormito poco-niente..l’adrenalina circolava nelle vene già dalla sera precedente, senza controllo!...ma non avrei mai immaginato che il tutto sarebbe finito molto presto...giusto il tempo di leggere sul giornale “concerti di Milano annullati. Laura Pausini a letto con l’influenza. Rinviati al 22 e 23 dicembre”. Non ci potevo credere...non era possibile che dopo un’attesa di mesi, proprio quando il countdown era arrivato a poche ore, sarei dovuta tornare a contare i giorni...ma così è stato e il grande evento tornò a distare 33 lunghissimi giorni...un’eternità!!

 

 

I giorni non passavano mai...non vedevo l’ora che arrivasse il 22 dicembre...e, grazie a Dio, la lunga attesa si alleggerì il 27 novembre con l’uscita di LauraLive!!!

I giorni passavano e fortunatamente la fatidica data era vicina ma..l’odissea del mio primo concerto non era ancora finita!!

 

Il concerto era martedì ma....la domenica aveva in serbo per me una bella sorpresa...NEVICAVA!! Tanta ma tanta di quella neve che era da un po’ che non si vedeva...iniziavo a temere il peggio...temevo di dovermi arrendere al fatto che il mio primo concerto non sarebbe stato prima del 2012 (2 anni?!?!?!?!?!?!?!? oh my god!!!!)...

Così il martedì mattina mi alzavo dal letto e mi attendeva uno spettacolo stupendo ma terribile...40 cm di neve!!!e continuava a nevicare...non quella neve stupida che si scoglie subito ma fiocchi enormi che si accumulavano inesorabilmente...

 

 

 

Ho litigato tanto con i miei genitori per lasciarmi andare in macchina...mentre sui tg rimbalzava l’avviso di non muoversi in macchina...ma era troppo importante per me essere là..davanti a quel palco...solo per Laura...avrei fatto di tutto...sarei andata contro tutti!..

E così ho fatto...alle 14.00 con le catene a bordo...io e le 2 mie compagne d’avventura siamo partite con la mia 500 alla volta di Assago...pensandoci ora siamo state delle pazze...le strade erano brutte...e i 70 km di strada erano un rischio ma non ce ne fregava niente...l’unico obiettivo per noi era essere là quando si scatenava l’inferno!

 

Superato ogni ostacolo (il parcheggio era un’immensa lastra di ghiaccio..stavo investendo il povero parcheggiatore) alle 17 eravamo là...fuori dai cancelli...e, nonostante avevamo i posti numerati, abbiamo aspettato sotto la pioggia e al gelo le ore 18.30!!

Scoccata l’ora finalmente le porte verso il paradiso si sono aperte e abbiamo varcato la soglia del nostro sogno...eravamo là...dentro quel forum che si sarebbe riempito di gente che avrebbe provato le nostre emozioni...tutti lì per LEI!...Alle 21.25 le luci si spengono e nel forum buio...illuminato solo dalle antennine colorate...si è scatenato l’inferno!!!!

 

 

 

 

Ricordo come fosse ieri la scarica di energia e l’emozione che ho provato quando alla frase “Invece no” è caduto il sipario...quando per la prima volta ho sentito Laura vicina come non mai...accanto a me...insieme a me...a rendere unica una serata che non avrei mai scordato... in ogni canzone era sempre maggiore il desiderio di abbracciarla...di stringere la mano di quella Donna fantastica che mi ha preso il cuore...Laura è questo...è amore...è passione...è sentimento...è vita...è musica!

 

 

Ho cantato a squarciagola ogni canzone...ho stretto forte la mia migliore amica sulle note di “Le cose che vivi”...ho provato profondo affetto e tenerezza quando Laura ha dedicato “Surrender” al suo migliore amico che aveva perso una settimana prima....mi sono scatenata con “La mia banda suona il rock”...ho applaudito il grande Michael Jackson cantando “Heal the world”...ho sorriso quando da mamma Laura ci ha fatto la “romanzina” (sue parole) dicendoci di stare attenti a tornare a casa...

 

 

 

 

Volevo che quella serata non finisse mai...volevo durasse per sempre...e quando tutto stava per finire...quando ho sentito “fate l’amore stanotte”...il cuore era a 1000! Sentivo la paura di non riuscire a resistere 2 anni senza provare quelle emozioni...perché lo sappiamo noi fan...Laura crea dipendenza...è una malattia che ti prende e non ti abbandona più.. ma da questa malattia io non voglio guarire assolutamente!!! Sono qui....aspetterò tutto il tempo necessario a Laura per trovare quello che cerca...se lo merita!...io la amo e non smetterò mai di farlo!!

Durante il concerto Lei ha detto: “Sperò che quando tornerò voi ci sarete ancora...”

 

CERTO!!...noi pausiniani saremo sotto quel palco...con le braccia al cielo per adorare la nostra DIVINA!!!!

 

 

Laura...grazie d’esistere!

Vanessa